Visintainer Federico

Federico Visintainer

 

Nato a Cles nel 1989, passa l'infanzia giocando a calcio e praticando mille altri sport. La sua indole sportiva trova conclusione ai tempi del liceo, quando la passione per la musica si fa largo a gomitate nella sua vita, materializzandosi sotto forma di chitarra. A causa di un infortunio dapprima e di una neonata pigrizia poi, una sempre maggior porzione del suo tempo viene assorbita dagli amati dischi e dallo strumento, che lo porta a suonare in varie band ad alto impatto energetico, ed a bazzicare, a dispetto del suo animo bonario, principalmente fra i temibili meandri del mondo metallaro, benché il nostro non abbia mai fatto delle barriere di genere una propria bandiera. Si interessa infatti di qualsiasi forma musicale, curiosando spesso e volentieri negli ambiti dell'etnomusicologia e della world music. La chitarra gli fu rubata dal sedile posteriore dopo un concerto in Veneto.

Si è diplomato al Liceo Scientifico, per poi capire, nonostante i discreti risultati, che la rigorosa razionalità di quell'ambiente non gli era congeniale, motivo per cui si iscrive, frequenta e si laurea in Beni Culturali a Trento. Da lì si muove verso nuovi lidi (ed è proprio il caso di dirlo) per specializzarsi a Venezia in Economia e Gestione delle Arti e delle Attività Culturali.

Ritrovata l'inclinazione ad una vita attiva, dedica il suo tempo libero (ciò che resta da quello impiegato nella musica) allo sport.

Affronta con passione ogni lavoro, si divide tra l’attività agricola presso l’azienda di famiglia e il supporto ad attività culturali quali il festival Jazz delle Valli del Noce, l’attività del Cinema Teatro di Cles ecc. Collabora con Massimo Faes alla creazione delle musiche per i cortometraggi di Sguardi e per i film documentari di Michele Bellio.

 

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.